Nella progettazione illuminotecnica esistono diversi livelli e la maggior parte dei lighting designer pensa alle luci in termini di tre principali categorie di illuminazione:

  1. Illuminazione naturale

Questa è chiamata anche “ambient” perché miscela sapientemente la luce naturale proveniente dall’esterno, con quella delle luci artificiali che hanno sempre un tono molto soffuso e intimista.

La luce naturale è innegabilmente il miglior tipo di illuminazione liberamente disponibile per l’umanità. Come qualsiasi cosa naturale è semplicemente perfetta, ma con il “progresso” ne abbiamo perso la sua connotazione fondamentale per il nostro benessere. Come designer, dobbiamo sfruttare al massimo questa risorsa naturale. Cerchiamo di riempire il più possibile i nostri spazi con il dono della nostra natura e predisponiamo  al meglio il corpo con una luce che ne rispetti i cicli naturali.

La luce naturale ha un’atmosfera fresca e positiva. L’illuminazione nel design degli interni valorizza l’elemento aria e acqua di uno spazio. Se vuoi saperne di più sul ruolo degli elementi della natura nel design degli interni, clicca qui. Possiamo controllare la quantità di luce naturale che filtra in qualsiasi spazio utilizzando tende e persiane. Non credi che la vista delle ombre proiettate dalla luce del sole ci renda semplicemente estatici?

  1. Task Lighting

L’illuminazione delle attività è diretta verso un’area specifica per dare più dettagli agli oggetti e fornire una luce ben definita. Qualsiasi lavoro a distanza ravvicinata come cucinare, cucire, disegnare o scrivere dovrebbe essere dotato di un’illuminazione da lavoro, sufficiente per vedere evidenziare i possibili difetti, ad esempio: nei tessuti, sulle tele, sugli oggetti.

  1. Illuminazione d’accento

L’

L’illuminazione d’accento viene utilizzata per “accentuare” le caratteristiche e aggiungere interesse visivo a un oggetto o ad un ambiente. È un modo d’illuminare qualcosa in modo particolare. Usa le luci d’accento per aggiungere drammaticità o effetti particolari per cambiare l’atmosfera di un ambiente.

Questi tipi di luci enfatizzano o accentuano un elemento di design in uno spazio. Potrebbe essere una carta da parati materica, uno splendido dipinto, una pianta, un’elegante scultura, un elemento architettonico o qualsiasi altra caratteristica speciale che desideri evidenziare.

Hai mai notato che a volte quando entriamo in uno spazio, la prima cosa che notiamo è quella pianta scultorea tenuta in un angolo oppure siamo subito attratti da quell’imponente soffitto? Bene, questo è esattamente ciò che un tipo di luce d’ accento produce negli interni. Attira la nostra attenzione sull’elemento caratteristico o su quel punto focale.

Tipi di apparecchi di illuminazione

Può essere utile suddividere i corpi illuminanti all’interno di alcune categorie, per semplificare un po’ la scelta, per il tuo progetto di illuminazione:

  1. Luci di superficie

Gli apparecchi a parete/plafone sono visibili, e di solito sporgono rispetto al soffitto o della parete. Sono più comunemente usati in ingressi, corridoi e camere da letto.

  1. Lampade a sospensione

Gli apparecchi a sospensione pendono dal soffitto tramite una corda, un cavo o una catena. Di solito si trovano nelle sale da pranzo e nelle cucine, specialmente nelle case con soffitti più alti.

  1. Luci da incasso

L’illuminazione da incasso è nascosta, di solito in una cavità del soffitto, quindi non è possibile vedere direttamente la fonte luminosa. Questo tipo di illuminazione indiretta, solitamente sotto forma di downlight /spotlight, può essere utilizzata efficacemente in qualsiasi stanza della casa. Fai solo attenzione a non esagerare perché spinto dal desiderio di una varietà di fonti e di tipi di luce, potresti ottenere un effetto controproducente con una quantità eccessiva di luce.

  1. Luci su binario

L’illuminazione a binario può fornire molte opzioni di illuminazione flessibili. Possono esserci più tipi di corpi illuminanti e faretti su un binario. Puoi scegliere di averli sospesi al soffitto come lampade a sospensione scorrevoli sul binario, o montare i tuoi faretti sui binari direttamente al soffitto, o addirittura incassare i binari e far sporgere solo i fari. La varietà di finiture, colori e stili può essere molto di design, quindi ti suggeriamo magari di confrontarti con un interior designer prima di prendere la tua decisione finale.

 

  1. Luci portatili

Le comuni lampade di solito sono collegate a una presa elettrica tramite un cavo. Le luci portatili sono proprio quello che ti aspetteresti che fossero: portatili. Gli apparecchi portatili a batteria stanno diventando sempre più popolari. Le luci portatili sono generalmente utilizzate per scrivanie e comodini. Ma come “portatili” possiamo anche definire le piantane o lampade da terra, che è vero sono collegato ad un cavo e a una presa, ma è pur vero che possiamo spostarle dove ci sono più utili.  A volte puoi ottenere l’aspetto che stai cercando aggiungendo alcune lampade da terra nel tuo ambiente. La chiave per la progettazione di una buona illuminazione è avere una varietà di dispositivi, temperature di colore e stili diversi.

  1. Illuminazione del paesaggio

Non ci stiamo concentrando sull’illuminazione di paesaggi (o esterni) in questo spazio, ma le troverai nell’apposita categoria dedicata sul nostro blog. L’illuminazione del paesaggio comprende proiettori, luci ad immersione, paletti, picchetti, sensori di movimento, illuminazione del camminamento, illuminazione delle scale, del perimetro, fontane, piscine. Tutte con il corretto grado di protezione che va da IP65 a IP68, in base all’utilizzo. Dall’illuminazione del paesaggio all’illuminazione di sicurezza , Light Evolution by Design è in grado di gestire tutti gli aspetti della progettazione, dell’installazione, e la riparazione dell’illuminazione.

*Per maggior sicurezza rivolgiti sempre a un elettricista specializzato e qualificato. I consigli di questo blog sono solo per esperti. Non improvvisare gli impianti elettrici per non mettere a repentaglio la tua sicurezza e quella altrui.